Architettura e Urbanistica

Nel 2008 fonda con Lamberto Amistadi lo studio associato Amistadi//Mayr Architetti e dal 2014 prosegue come Kuno Mayr Architetto. Il tema della città occupa una posizione centrale nella ricerca progettuale includendo nello stesso tempo sia una visione territoriale ampia che una cura del particolare come l’arredo della singola cella abitativa. Il paradigma tecnico scientifico del nostro tempo vede lo spazio come regione di conquista e progetta luoghi sempre più frammentati, astratti e informali. L’allontanamento e il progressivo distacco fisico e metafisico dell’uomo dal luogo originario, sintetizza in poche parole la diagnosi del rapporto inaridito tra uomo e il suo habitat. L’obiettivo o l’auspicio è di riconquistare prima di tutto una rinnovata coscienza dei luoghi. La paziente pratica del ridisegno, della fabbricazione di modelli e della rappresentazione mira al disvelamento dello spazio come regione donata e ricerca una possibile convergenza tra società e spazio vitale e spirituale. Tale ambizione dovrebbe svolgersi in un quadro ampio che comprenda sia le radici socio-culturali del passato che le aspirazioni future.

La preparazione progettuale può essere riassunto con una triplice attitudine:

La lettura
Il luogo di studio, il paesaggio, la città o il manufatto architettonico, vengono sottoposti ad una osservazione astorica e ad un attento ridisegno. L’inquadramento come atto di determinazione decide il campo in cui i luoghi/figure appaiono e si lasciano vedere.

Il processo di fabbricazione dei modelli
Selezionare i segni appropriati rispetto alla scala del modello, scegliere i materiali e le tecniche giuste, eseguire con cura e maestria, sono i passi necessari di una ricostruzione ‘in vitro’ del luogo studio. Questi ripetuti passaggi sulla fisicità dei luoghi non solo ripercorrono e assimilano la conformazione spaziale e tettonica ma ricostruiscono paesaggi nuovi ed inconsueti.

La rappresentazione
Rendere di nuovo presente, fissare i paesaggi ricostruiti in immagine per svelare la particolarità e il fascino nascosto del luogo.

prog-04s.jpg
Ridisegno del territorio veneziano. Il paesaggio lagunare in relazione alla terraferma solcata da corsi d'acqua, canali pensili ed infrastrutture.

Ridisegno del territorio veneziano. Il paesaggio lagunare in relazione alla terraferma solcata da corsi d'acqua, canali pensili ed infrastrutture

prog-04.jpg

Modello territoriale della Valsugana. Il rudere di Tor Quadra come cerniera tra due grandi conoidi di deiezione

prog-03.jpg

Modello territoriale di Bologna. Le colline bolognesi, le figure urbane, le infrastrutture extraurbane, l’armatura viaria del progetto di Kenzo Tange

prog-05.jpg

Modello in sezione della casa Waag a Bolzano. La scenografia degli spazi interni in relazione alle quinte urbane del centro storico di Bolzano

prog-011.jpg

Iconografia storica del territorio veneziano

P10/p10_00.jpg

Fiera di Bologna

P09/p09_00.jpg

Quartiere residenziale, Casteldarne – Bz

P08/p08_00.jpg

Tesa 105, Arsenale di Venezia

P07/p07_00.jpg

Città parco, Cavriglia, Ar

P06/p06_00.jpg

Convitto Umberto I, Torino

P04/p04_00.jpg

Asilo, Sluderno – Bz

P03/p03_00.jpg

La casa della fotografia, Bolzano

P01/goeflan-1-200quadratat_1507200193.jpg

L'immagine urbana di Silandro – Bz

P11/p11_00.jpg

Showroom Hoeller, Laives – Bz

P12/p12_00.jpg

Residenza, San Candido – Bz

P13/p13_00.jpg

Canonica e palazzetto sport, Cembra – Tn

P14/p14_00.jpg

Centro mobilità, Brunico – Bz

P15/p15_00.jpg

The Royal Theatre, Copenhagen

P16/p16_00.jpg

Piscina coperta e Lido Caldaro, Bz

P17/p17_00.jpg

The Grand Egyptian Museum, Cairo

P02/p02_00.jpg

Tor Quadra, Novaledo – TN

P05/p05_00.jpg

Piazza, viale, parco, a Tione di Trento

P19/p19-00.jpg

Bauhaus Museum, Dessau